Educazione cani taglia grande: ecco alcuni consigli da seguire

Ci sono tantissime persone che apprezzano i cani di grossa taglia, ma non tutte sono in grado di gestirne l’educazione in maniera corretta. E questo, proprio per via del fatto che hanno una mole così imponente, può rappresentare loro un problema, soprattutto a livello comportamentale. Avete intenzione di portarvi a casa uno dei cuccioli di pastore tedesco dell’allevamento Dicasafalcone.com? Allora è fondamentale seguire alcuni consigli che possono tornare senz’altro utili in fase di scelta.

La maggior parte dei cani di taglia grande, in modo particolare i molossoidi, presentano un carattere decisamente forte e impetuoso. Al tempo stesso, va messo in evidenza come siano cani dotati di un’intelligenza particolarmente sviluppata, ma al contempo hanno una tendenza naturale verso l’indipendenza che comportano un addestramento chiaramente molto più lungo in confronto a quanto si verifica con i cani di taglia piccola.

Tutto questo non significa ovviamente che i cani di taglia grande non possano essere addestrati, ma è bene mettere in evidenza come servono pazienza e molto più tempo, magari seguendo alcuni utili e furbi consigli per stimolare in maniera più adeguata la loro intelligenza.

La prima regola

Quando si parla di addestramento di cani che presentano dimensioni importanti, è fondamentale mettere in evidenza come si debba avere rispetto di tale stazza. Una sorta di mix di potenza, ma non vuol dire che la mole corrispondi ad una certa cattiveria o aggressività.

Il primo aspetto che è necessario trasmettere tramite l’addestramento è fare in modo che il cane capisca che la sua forza è al suo servizio e deve essere utilizzata solo ed esclusivamente quando lo vuole il padrone. Piuttosto di frequente capita di sentire persone che sono costrette addirittura a imporsi fisicamente sul cane pur di essere ascoltati e obbediti, ma non è ovviamente così che funziona.

Decisione e fermezza

Sono queste le due caratteristiche che fanno la differenza nel momento in cui si deve provvedere all’addestramento di un cane di taglia grande. Sì, perché è fondamentale convincerlo usando dei modi decisi, ma non devono essere interpretati dall’animale come gesti cattivi nei suoi confronti.

I cani di taglia grande non devono affatto aver paura del loro padrone, quanto piuttosto c’è bisogno di creare un rapporto basato sul rispetto. Il tono di voce, nel momento in cui si dà i comandi, è molto importante che sia deciso e fermo.

Per far imparare i comandi al cane, è meglio ovviamente iniziare da quelli più semplici. Nel momento in cui si dà un ordine, il cane deve essere sempre accompagnato all’esecuzione del gesto con la mano. Nel momento in cui l’ordine viene eseguito in maniera corretta, ecco che il cane andrà ricompensato con un piccolo premietto, come ad esempio un biscottino e sempre con una carezza.

Le punizioni servono?

Per quanto concerne i cani di taglia grande, in modo particolare con i corsi, spesso e volentieri si consiglia di infliggere delle punizioni al cane qualora non dovesse eseguire l’ordine impartitogli in maniera corretta.

È fondamentale mettere fin da subito in evidenza, però, come la punizione non debba causare in alcun modo dolore al proprio cane, ma deve tornare utile semplicemente per trasmettere all’animale il proprio disappunto in merito al suo comportamento.

Nella maggior parte dei casi, è sufficiente optare per una strattonata decisamente leggera usando il collare a strozzo. Visto che i cani come i molossoidi, ad esempio, presentano dei muscoli del collo particolarmente forti e sviluppati, queste leggere strattonate rappresentano dei veri e propri segnali di avvertimenti, che devono essere accompagnati da un rimprovero secco e deciso. Evitate di togliergli i pasti principali della giornata, altrimenti il cane diventerebbe aggressivo.