Come raffrescare gli spazi esterni con la nebulizzazione

Specialmente nella stagione estiva è molto importante provvedere a delle forme di raffrescamento anche negli ambienti esterni. Ci riferiamo non soltanto ai giardini delle case private a scopo residenziale, ma anche a tutti quegli esterni dei locali pubblici dedicati all’accoglienza dei clienti. Negli ambienti esterni non è possibile ricorrere alla classica climatizzazione con l’aria condizionata, anche perché tutto ciò comporterebbe delle spese veramente molto ingenti. Per questo si stanno diffondendo delle altre forme davvero convenienti, come la nebulizzazione. Gli impianti di nebulizzatori e di ventilatori nebulizzanti danno l’opportunità di raffrescare spazi esterni anche molto ampi.

Come fare la nebulizzazione per il raffrescamento

I prodotti per la nebulizzazione come quelli che si trovano su Fresconaturale.com funzionano tramite l’elevata pressione dell’acqua che fuoriesce dagli ugelli nebulizzanti. Si tratta di una pressione di circa 70 bar, che viene prodotta dalla pompa di nebulizzazione.

La pressione elevata dell’acqua fa in modo che l’acqua, una volta fuoriuscita, formi una sorta di nebbia molto sottile che tende ad evaporare subito, facendo abbassare le temperature elevate.

Ed è proprio in questo che consiste l’efficacia del raffrescamento attraverso la nebulizzazione, perché si può avere la possibilità di creare una gradevole sensazione di fresco senza che però le persone o le superfici ne ricavino una sensazione di umidità.

L’alternativa rappresentata dai ventilatori nebulizzatori

Ci sono anche degli spazi esterni che non sono delimitati da delle specifiche strutture. In tutti questi casi si può considerare un’alternativa ai classici ugelli per la nebulizzazione che vengono posizionati sui tubi attraverso i quali raggiungono lo spazio di interesse.

L’alternativa di cui stiamo parlando è costituita dai ventilatori nebulizzatori. Gli ugelli in questo caso vengono posizionati sul ventilatore, mediante il quale l’acqua, sotto forma di una fitta nebbia, viene spinta ad una distanza di circa 6-8 metri.

Quindi il flusso nebulizzato assume una direzione di oscillazione in senso orizzontale e riesce a coprire così spazi ancora più grandi.

Se ci chiediamo dove possono essere posizionati i ventilatori nebulizzanti, diciamo subito che possono essere collocati su una piantana oppure possono essere posizionati a parete o a soffitto, avvalendosi di appositi sostegni. Quindi anche da questo punto di vista rappresentano una comodità da realizzare con una certa facilità.

Qual è la differenza fra nebulizzazione statica e nebulizzazione ventilata

Possiamo realizzare due soluzioni di nebulizzazione, quella statica o quella ventilata. Cerchiamo di capirne le differenze. Per la nebulizzazione statica si utilizzano gli ugelli nebulizzatori disposti su una linea statica, con il vantaggio di essere poco visibili, specialmente quando vengono posizionati in un giardino o in uno spazio pubblico.

La nebulizzazione statica si dimostra una soluzione pratica per spazi che si sviluppano in senso lineare, come per esempio i balconi, le verande o i portici.

È una soluzione che si rivela efficace se ci troviamo in ambienti con poca ventilazione, perché altrimenti il flusso nebulizzato andrebbe disperso con più facilità.

La nebulizzazione ventilata si realizza con i ventilatori nebulizzanti, che, a differenza degli ugelli su linea statica, non si possono occultare in maniera facile. Tuttavia questo tipo di nebulizzazione ha il vantaggio di essere molto efficace, soprattutto nell’omogeneità di diffusione del flusso nebulizzante.

In ogni caso, qualunque sia la soluzione da noi scelta, in linea statica o con i ventilatori, possiamo dire che possiamo sicuramente ottimizzare i nostri consumi elettrici, che sono minimi e legati al fabbisogno della pompa del compressore. Anche il consumo idrico è limitato, perché in realtà vengono prodotte soltanto microgoccioline.

La nebulizzazione per esterno è adatta a chi soffre di allergie e ha il vantaggio di favorire un’azione repellente naturale, allontanando gli insetti fastidiosi. Inoltre può trovare un campo di applicazione molto vasto, infatti è ideale anche nel settore dell’agricoltura.