Giocare a scacchi: come si chiamano i pezzi e come muoverli

Gli scacchi sono uno dei passatempi più antichi del mondo. Si tratta di un gioco di pianificazione, temperamento e adattamento ad ogni situazione che cambia. Un aspirante giocatore di scacchi deve prima di tutto capire ogni pezzo sulla sua scacchiera così come ogni possibile mossa che un pezzo può compiere: solo allora il gioco può essere padroneggiato con la pratica. I buoni giocatori di scacchi non devono nemmeno pensare a come si muove ogni pezzo, dato che hanno già questo ben saldo nella loro mente. Il vero gioco di un amante degli scacchi è quello di pianificare in anticipo, anche più mosse, ed eccellere nel cambiare il loro gioco di gioco in base ad una data situazione.

Come si chiamano i pezzi degli scacchi

Seguono, nel dettaglio, i nomi di tutti i pezzi degli scacchi e il modo in cui possono essere mossi:

  • Pedone: Il più piccolo di tutti i pezzi della scacchiera; ci sono otto pedone in ogni set, che possono essere mossi una o due caselle in avanti nella loro prima mossa, una sola casella in avanti nelle loro mosse successive. Un pedone può spostarsi nello spazio in diagonale in avanti a sinistra o a destra, ma solo per mangiare un pezzo dell’avversario.
  • Torre: ci sono due torri in una scacchiera. La torre è il pezzo che somiglia ad un castello, e che per questo motivo in alcune parti del mondo è anche conosciuta anche con questo nome. Il pezzo può muoversi in qualsiasi numero di caselle orizzontali o verticali fino a raggiungere la fine della scacchiera o mangiare un pezzo del giocatore avversario.
  • Cavallo: ci sono due cavalieri/cavalli in ogni squadra di scacchi. Un cavaliere è un pezzo che è rappresentato dalla testa e dal collo di un cavallo, e può muoversi ad L (due passi e mezzo) in qualsiasi direzione. Il cavallo è l’unico pezzo che può muoversi anche se il suo percorso è ostacolato da un’altra pedina.
  • Alfiere: gli alfieri sono noti anche come i cammelli e ce ne sono due in ogni squadra di scacchi. Hanno la parte superiore a punta e possono muoversi in qualsiasi numero di caselle in diagonale in qualsiasi direzione fino alla fine della scacchiera o fino a che non mangiare un pezzo dell’avversario.
  • Regina: la regina è il secondo pezzo più alto dell’intero set. A differenza del re, non ha una croce sulla parte superiore. La regina può muoversi in qualsiasi numero di spazi in qualsiasi direzione fino a raggiungere la fine della scacchiera o fino a che non mangia un pezzo dell’esercito dell’avversario: questo rende la regina uno dei pezzi più letali del gioco.
  • Re: il re è il pezzo più alto della scacchiera: ha una croce in alto, ed è il pezzo più importante in una scacchiera, in quanto il gioco si blocca ogni volta che va sotto scacco e finisce quando “muore”, cioè va sotto scacco matto. Il re può muoversi solo un passo alla volta in qualsiasi direzione. 

Come si gioca a scacchi?

Una partita a scacchi è una guerra simulata e portata avanti da due giocatori. Ogni giocatore riceve un set di 16 pezzi e ogni pezzo ha una mossa definita. I giocatori usano una combinazione di mosse per eliminare i pezzi dell’avversario, cercando di salvare i propri pezzi allo stesso tempo.

Affinché una partita a scacchi finisca, uno dei giocatori deve mettere il re dell’altro giocatore sotto scacco matto. Tuttavia, è possibile arrendersi prima del termine di una partita o chiedere una patta (parecchio), che può essere o meno accettata dall’avversario.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *